Gestione condivisa del Giardino Pellegrino: la Fondazione firma un patto di collaborazione con la Città di Torino

Giardino del Balon | 📷 © Michele D'Ottavio

FIRMA DEL PATTO DI COLLABORAZIONE

Dopo l’avvio della fase di co-progettazione del maggio 2021, lunedì 17 gennaio 2022 la Fondazione firmerà un patto di collaborazione con la Città di Torino per la gestione condivisa del Giardino Pellegrino.

Dal 2019 a oggi, il Giardino è divenuto uno dei luoghi che sta a cuore alla Fondazione, procedendo con diversi step che passano dalla progettazione partecipata con le cittadine e i cittadini oltre che con istituzioni locali e enti del territorio, per arrivare a trasformare l’area verde da spazio chiuso e abbandonato a luogo attrattivo e fruibile per tutte e tutti.

Come si può leggere dal patto, gli obiettivi sono:

  • restituire il giardino alla collettività, per farlo diventare un luogo di sperimentazione del senso civico delle persone, delle associazioni e degli enti che lavorano sul territorio, attivando un lavoro di rete con i soggetti del territorio;
  • promuovere l’utilizzo dello spazio pubblico per attività che, visto la pandemia in corso, è più sicuro svolgere all’aperto che al chiuso;
  • attivare percorsi di accompagnamento e di progettazione partecipata per le esigenze delle persone fragili.

Come da sempre immaginato, la Fondazione vuole allargare nel tempo il patto di collaborazione ad altre associazioni, sperimentando una gestione condivisa del Giardino.

Nel patto di collaborazione sono previste delle attività che al Fondazione ha iniziato a svolgere, soprattutto dopo l’avvio del progetto Usanze Pellegrine del bando ToNite. Tra queste vi sono la cura e presidio dello spazio, le attività di animazione che è stato possibile svolgere seguendo le limitazioni dovute alla pandemia, la realizzazione di un bookcrossing dedicato ai più piccoli, il contatto con i servizi che si occupano di persone senza dimora e con enti e associazioni del quartiere.