SPAZIO PUBBLICO

Giardino Pellegrino: da spazio chiuso a bene comune

Anno

2020 – in corso

Dove

Giardino Pellegrino – piazza Borgo Dora

Partner

Città di Torino e Circoscrizione 7

Video

Riapertura giochi – TorinOggi

Crowdfunding – YouTube

Raccolta fondi – TorinoToday

Calendario attività al Giardino

Il progetto per il giardino del Balon

Quello dedicato al cardinale Michele Pellegrino è l’unico giardino pubblico di Porta Palazzo – Borgo Dora. Situato davanti alla Scuola Holden, all’ingresso del mercato del Balon arrivando dal fiume Dora, è ombreggiato da alti alberi ed è attrezzato con una arena/gradonata e un’area per il gioco bimbə.

Il giardino è un simbolo del territorio, è l’unico spazio verde con area giochi di Borgo Dora, un punto di riferimento per chi vive il quartiere.

Partecipa anche tu alla vita del giardino

Se vuoi proporre attività aggregative e creative, spettacoli, feste, celebrazioni, presentazioni, prove per teatro di strada, puoi scriverci una mail a giardinopellegrino@gmail.com

La Fondazione mette a disposizione dell’attrezzatura tecnica a uno gratuito (50 sedie pieghevoli, 7 tavoli ovali grandi, una cassa con microfono, una batteria portatile), il permesso di uso del suolo pubblico e il supporto nella comunicazione e diffusione dell’iniziativa.

È possibile attivare un contatore della corrente a carico di chi ne fa uso.

CONDIVIDI

La storia del Giardino Pellegrino

Dal 2011 al 2019 il giardino ha ospitato la mongolfiera Turin Eye, che occupava interamente lo spazio dell’arena. Con la chiusura della mongolfiera nell’estate 2019, anche il giardino è rimasto chiuso e abbandonato: nell’arena sono rimasti i grandi plinti di cemento che servivano da ancoraggio per il pallone e l’area gioco bimbə è rimasta senza più manutenzione e inaccessibile.

La riapertura dei giochi per bambinə

Nell’estate 2020 la Fondazione – ancora in via di costituzione – si è attivata per promuovere la riapertura del giardino, uno spazio prezioso di relax, socializzazione e svago, ancora di più in un momento in cui l’emergenza Covid impone la necessità di stare e incontrarsi all’aperto.

Insieme alla Circoscrizione 7 e all’Associazione Fuori di Palazzo è stato costruito e stipulato un protocollo d’intesa, che ha consentito la manutenzione dei giochi e l’apertura della porzione più piccola del giardino, dedicata al gioco delle/dei bambinə più piccoli.

La Fondazione ha realizzato la delimitazione dell’area e si occupa di aprire e chiudere quotidianamente il cancello del giardino: in questa attività si sono impegnati, a rotazione, dieci volontarə.

Dal mese di luglio 2020, l’area giochi del Pellegrino è dunque di nuovo fruibile, procedendo così con il prossimo passo: la riapertura della porzione restante e più grande del giardino, quella dell’arena/gradonata.

La seconda sfida

La seconda sfida è stata quella di riaprire la parte di giardino ancora inaccessibile alla comunità e intervenire per renderlo maggiormente fruibile attraverso interventi di messa in sicurezza e progettazione partecipata di nuove attrezzature e spazi di socializzazione.

A supporto del progetto, nel 2021 la Fondazione ha stipulato un protocollo d’intesa con la Città di Torino e la Circoscrizione 7 al fine di rendere il giardino, una volta riaperto, uno spazio aggregativo e sociale. Per farlo, sono stati recuperati i fondi necessari per mettere in sicurezza l’area verde e renderla agibile da tutta la cittadinanza. Grazie all’aiuto di più di 200 persone abbiamo raccolto 7382,00€ dalla campagna di crowdfunding per la riapertura e sistemazione del giardino del Balon.

Si è avviata così la fase successiva, che ha visto da una parte lo svolgimento dei lavori di messa in sicurezza a titolo gratuito da parte della Ditta Costruzioni Bonarrigo, dall’altra l’avvio di un percorso di progettazione partecipata per riflettere insieme alla cittadinanza l’utilizzo futuro del giardino.

I mercoledì al giardino

In attesa del completamento dei lavori di messa in sicurezza del giardino, iniziati a novembre 2021 con la rimozione dei cubi di cemento e svolti gratuitamente dalla Ditta Costruzioni Bonarrigo, la Fondazione ha avviato i mercoledì al Giardino Pellegrino, una serie d’incontri con cui prende il via il progetto Usanze Pellegrine – prove d’uso del Giardino Pellegrino.

Gli incontri, aperti a tuttə, si sono incentrati per la prima parte sull’individuazione dei temi e dei metodi migliori per coinvolgere la cittadinanza nella rigenerazione del Giardino Pellegrino. Intanto, per rendere sempre più accogliente l’area giochi per le/i bambinə del quartiere, è stato installato un bookcrossing: tre bellissime casette che ospitano tanti libri per i più piccoli.

Da mercoledì 13 ottobre 2021 fino a fine 2022, invece, le persone che hanno partecipato sono state invitate a rispondere a due domande fondamentali per costruire il futuro del giardino: “cosa vorresti trovare al giardino?” e “cosa vuoi fare tu per il giardino?.

Una volta raccolte le suggestioni e lasciate a futura memoria sulle cancellate del giardino, si è potuto costruire un calendario di appuntamenti che si sono svolti ogni mercoledì, consultabile nella sezione news del nostro sito: mese per mese, sono state raccolte le proposte della cittadinanza, delle associazioni e degli enti del territorio rivolte al giardino, dai laboratori di giardinaggio agli incontri con le realtà che lavorano sul territorio, dai tornei di carte ai momenti di scambio di buone pratiche, in modo che chi abita e vive il territorio possa dare il proprio contributo per riaprire al meglio il Giardino Pellegrino.

La firma del Patto di Collaborazione con la Città di Torino

A metà gennaio 2022, la Fondazione sottoscrive un Patto di Collaborazione con la Città di Torino per la gestione condivisa del Giardino.

Gli obiettivi del patto, che si potrà allargare ad altri soggetti del territorio, hanno come punto centrale la restituzione dell’area verde alla cittadinanza, promuovendo l’utilizzo dello spazio pubblico da parte di tuttə e attivando percorsi di accompagnamento per persone fragili.

Tutto questo è realizzabile attraverso iniziative e azioni che sono già state messe in campo, a partire dalla cura e presidio dello spazio fino alla realizzazione di momenti di co-progettazione dell’utilizzo del Giardino Pellegrino.

La riapertura: il Giardino Pellegrino è un bene di tutta la cittadinanza

Il 20 marzo 2022, con una grande giornata di festa, i cancelli del Giardino Pellegrino sono stati finalmente riaperti.

Dopo tanti sforzi, lavori e molta passione possiamo finalmente usufruire del Giardino. Le/i cittadinə si stanno prendendo cura di questo luogo, animandolo tenendo conto di tutte le esigenze. 

Per partecipare o proporre attività, si può scrivere una e-mail a giardinopellegrino@gmail.com

L’inaugurazione: tutto il mondo al Giardino

Il 13 maggio 2022 una grande e ufficiale inaugurazione ha celebrato la restituzione del Giardino Pellegrino alla cittadinanza.

Una giornata stupenda tra Le Poesie del Borgo lette Angela Donna, Egle Bolognesi, Enrico Lazzarin, Marcella Saggese, Marino Tarizzo, Silvana Copperi delle associazioni Due Fiumi e Borgo Dora Camminabile, il concertino delle/dei bambineə della Scuola Maria Teresa di via Mameli, le acrobazie sulla corda di Marcos Masetti e lo spettacolo Tutto il mondo al giardino, interpretato da Irene Salza, Luciano Gallo e Annachiara Bosco della Compagnia Una Teatro.

Una grande festa che ha chiamato a raccolta tutte le persone del quartiere, dalle associazioni culturali e di vicinato fino alle vicine e ai vicini di casa, dalle realtà istituzionali come la Scuola Holden ed Ernesto Olivero del Sermig, l’Assessore alle Politiche Sociali Jacopo Rosatelli e l’Assessora all’Innovazione Chiara Foglietta della Città di Torino, il Presidente Luca Deri e la Coordinatrice Ambiente Marta Inì della Circoscrizione 7, a cui va il nostro ringraziamento.

Il Giardino Pellegrino è diventato, a tutti gli effetti, un punto di riferimento per il quartiere sia per la cittadinanza, sia per chi vuole proporre momenti di socialità e di incontro.

Dall’inizio delle attività fino a fine 2022, il giardino è stato protagonista di:

  • 2 tesi in economia e architettura;
  • ha ospitato 3 spettacoli teatrali, 4 pranzi/cene condivise per le ricorrenze, 5 cineforum, 7 incontri di Social Art Therapy, 19 letture delle/dei nonnə ai più piccolə, 20 pomeriggi di circo per bambinə e 23 spettacoli di arte di strada;
  • sono stati attivati 3 gruppi di lavoro sulla gestione dell’area verde e 10 incontri di giardinaggio con le bambinə della Scuola Maria Teresa;
  • sono stati svolti 39 incontri di co-progettazione con la cittadinanza, per un totale di 6500 persone che hanno partecipato alle attività del Giardino Pellegrino.

I nuovi arredi al Giardino Pellegrino

Durante i mesi di luglio e agosto il Giardino Pellegrino è stato oggetto di un importante cantiere, a cura della Città di Torino nell’ambito del progetto ToNite, che ha dato una nuova veste all’area verde del Balon.

Dopo il patto di collaborazione, siglato a gennaio 2022, e l’installazione della fontanella Toret, ora il giardino ospita nuovi giochi per bambinə, tra cui una grande “ragnatela” per arrampicarsi, una nuova altalena e un dondolo per i più piccolə; nuovi arredi urbani, come i cinque social tables accessibili anche per le persone disabili, due tavoli da ping-pong, due tavoli per gli scacchi, i cubi-sedute che circondano l’Ortobello, cinque sedute/pedane circolari che costeggiano l’area giochi, gli spezza gradini di sicurezza installati sulle gradonate, l’arco tubolare a sostegno delle piante rampicanti; una colonnina service bike che servirà come postazione per gonfiare o riparare la propria bicicletta. Inoltre, sono state collocate numerose panchine lungo tutto il percorso che circonda il giardino.

Oltre ai nuovi arredi, la Fondazione di Comunità Porta Palazzo ha installato tre sagome, realizzate da Monica Fucini e stampate da TrePuntoZero, che raccontano alcune parti dell’area verde e suggeriscono come prendersene cura.

I giovedì del Perché no?

Dalla primavera 2023, il giovedì è diventato il giorno dedicato all’ascolto e al confronto tra la cittadinanza che si interessa del Giardino Pellegrino.

Ogni giovedì alle 18:00 ci si incontra per conoscersi, chiacchierare e stare insieme, ma anche per un momento conviviale condividendo stuzzichini e bevande. Il primo giovedì del mese, invece, l’incontro è più strutturato e volto a far emergere contenuti, idee e disponibilità in termini di tempo e risorse per prendersi cura dell’area verde.

Gli incontri del giovedì sono un momento importante per accogliere nuovə volontarə per l’apertura e la chiusura quotidiana dei cancelli.

La partecipazione è libera ed è rivolta a tuttə: ognunə può portare stuzzichini e bevande da condividere con le persone partecipanti.

Se hai letto fino a questo punto vuol dire che il Giardino Pellegrino ti ha incuriosito e che sei prontə a esplorare ogni angolo dell’area verde del Balon.

Se vuoi restare sempre aggiornatə su ciò che accade, sulle iniziative, sugli appuntamenti e sugli incontri, puoi iscriverti:

Partner del progetto Usanze Pellegrine

Dove

Scrivici per maggiori informazioni

La collaborazione pubblico-società civile per promuovere la Casa Bene Comune

La Fondazione di Comunità Porta Palazzo propone di innestare in città una nuova forma abita

Il calendario dei “Giovedì del Perché No!?” al Giardino Pellegrino

Ecco il calendario degli appuntamenti mensili del “Giovedì del Perché no!?” di

Per una nuova edilizia economica – 13 giugno alle 11:00 da Urban Lab

La Fondazione di Comunità Porta Palazzo propone di innestare in città una nuova forma abita

Per un Community Land Trust a Torino

Costruire una comunità inclusiva con un progetto abitativo collaborativo Anno

6 milioni di ragioni per fare un Community Land Trust a Torino

6 milioni di ragioni per fare un Community Land Trust a Torino Anno 2024 ̵